Accesso rapido:







L'artista Maria Lai

L'artista Maria Lai


A Filo lungo filo, un nodo si farà del 2009 abbiamo avuto l’onore di ospitare una mostra dell’artista Maria Lai (Ulassai, 27 settembre 1919 – Cardedu, 16 aprile 2013).

Tante e importanti sono state le tendenze dell’arte nel Novecento. Ma Maria Lai, che ha vissuto in prima persona molte di queste esperienze, non ha mai fatto parte organicamente di alcuna corrente e non ha mai rinunciato alla sua autonomia creativa.

Tutto ciò che le parole non possono dire – lo dicono chiaramente – gli infiniti fili – di quel brillante scarabocchio – che noi chiamiamo Universo – e che Maria scrive giorno e notte – come se fosse un libro. I telai: Essere è Tessere, dice Maria, che individua un’analogia tra il nascere del tappeto e quello dell’essere umano.

Per la realizzazione delle opere che l’artista ha presentato a Leumann, Maria Lai si è servita soprattutto del filo, che fin dagli anni Sessanta è lo strumento privilegiato del suo operare. Il Filo come simbolo del dialogo, della narrazione, della memoria, del passaggio dall’oralità alla scrittura. Nei libri cuciti fili di parole si disfano sulle linee delle pagine di stoffa e cadono come grovigli di pensieri, tracce di una nuova comunicabilità.



 


 



 


Stampa questa pagina (L'artista Maria Lai) Si aprirà  una nuova finestra.Segnala questa pagina (L'artista Maria Lai).

Condividi: